Tuttingioco (brossura)

Il gioco strutturato come strumento educativo LA CREAZIONE DI UN PERCORSO LUDICO DALL’AUTISMO AL MONDO

Coop La Pieve Onlus

Supporto: Cartaceo

Prezzo web € 18,00

Non disponibile per l'acquisto

Collana: Fuori Collana
Supporto Anno ISBN Prezzo web
Cartaceo 2022 9788832762464 €18,00

Pubblicazione in collaborazione con Coop La Pieve Onlus, Cobblepot Games ed Educatori Ludici: Se consideriamo il gioco da tavolo da un punto di vista educativo possiamo apprezzarne qualità inattese: come palestra, sistema di regole, strumento di aggregazione. Ma per essere davvero divertente il gioco deve partire dagli interessi dei giocatori: solo allora diventa una cornice educativa motivante ed efficace. Da questa premessa è nato un percorso di gioco proposto nel trattamento dell’autismo in bambini e ragazzi che ha avuto esiti sorprendenti. Un approccio che, travalicando i confini della disabilità, trasforma i giochi da tavolo in strumenti adatti a qualsiasi contesto educativo, dalla scuola alla terza età, dal carcere ai centri ricreativi estivi. L’autore raccoglie esperienze, strategie e consigli derivanti da tanti anni di pratica, nella convinzione che possano stimolare la creatività e la voglia di far giocare educatori, insegnanti, genitori e game designer.

Dettagli supporto

Supporto

Cartaceo

Info supporto

190 pagine

Dimensioni

17*24

ISBN

9788832762464

Anno pubblicazione

2022

Collane

Fuori Collana

Editore

Homeless Book

Autori e Curatori

GABRIELE MARI è un educatore per la cooperativa sociale La Pieve di Ravenna e da oltre vent’anni opera nel campo della disabilità giovanile e dell’autismo. Game designer e sviluppatore per Cobblepot Games, ha pubblicato diversi giochi da tavolo tra cui alcuni best sellers: Mister X: Flucht durch Europa per Ravensburger, Lettere da Whitechapel e Whitehall Mystery per Giochi Uniti, Raccontami una Storia per Pendragon Game Studio e La Casa de Papel per Clementoni, tutti in molte edizioni internazionali. Esperto ormatore, docente del corso Erickson Game Trainer e tra gli ideatori del corso Educatori Ludici, pratica con passione l’attività di divulgatore ludico. È nato a Ravenna dove vive tuttora con la moglie, i quattro figli e i due gatti.